I trend del new retail: addio a routine e grandi magazzini

trend del new retail e le mosse per domani

Quando si parla di new retail si parla di un mondo nuovo in cui online e offline viaggiano su un unico binario e l’innovazione la fa da padrone. Diversi sono i trend del new retail, dalla multicanalità ai progetti sempre più complessi di customer experience. Da diversi studi emerge infatti che i trend del new retail riguardano un servizio customer oriented dalla forte componente esperienziale. Ecco perché quando si parla di punto vendita si parla di teatro dell’esperienza.

Addio per sempre ai vecchi grandi magazzini

Secondo una recente analisi di Confimprese-Reno, i centri commerciali hanno superato la crisi degli ultimi anni con successo: i Mall aprono ancora in Italia e lo fanno con un nuovo spirito.

Dall’osservatorio infatti emerge che la tendenza per il futuro sarà meno aperture ma migliori: i prossimi anni saranno caratterizzati da centri commerciali dalla forte attrattività estetica ed esperienziale, con grandi investimenti su architettura, design e intrattenimento. Si riconferma il connubio shopping e cibo che porta i Mall a diventare veri spazi di aggregazione per le persone. Insomma, scordiamoci pure i grandi magazzini degli anni ’80.

I giovani dicono no alla routine

Altro trend del new retail viene dai nuovi consumatori: basta routine e cibo spazzatura, ma acquisti più frammentati e mirati. Con Millennials e Generazione Z vincono cibi salutisti, private label e negozietti specializzati di settore e prodotto. Ricercatezza e qualità quindi per i più giovani.

Se ti sta piacendo questo post metti SEGUI qui sotto!

La tendenza che emerge infatti è che le classi dirigenti di domani preferiscono un acquisto più liquido, composto da spese piccole ma dilazionare nell’arco della settimana. I Millennials, in particolare, acquistano molto online ma al tempo stesso si recano 2 o 3 volte la settimana nei piccoli negozi di alimentari, nei discount, negli drug specialisti e partecipano ai Gruppi di Acquisto Solidale. Sono propensi quindi ad attivare fonti d’acquisto diversificate, a seconda del bisogno del momento e della “convenience”. Rimane fermo però un trend: il cibo salutista è il nuovo fenomeno di traino per il largo consumo.

Le nuove generazioni vogliono eventi e promo personalizzate in store

Da uno studio di Salesforce Commerce Cloud, emerge che i giovani tra i 18 e i 24 anni, la generazione Z quindi, adorano fare shopping dal vivo: il 59% dei giovanissimi preferisce andare in negozio a fare spese e il 54% predilige il ritiro dei prodotti sul punto vendita in modalità click&collect.

Se saliamo verso la fascia 25-44 anni, si nota che lo store ha grande appeal soprattutto quando propone promo e offerte personalizzate (70%), eventi social (60%) o in modalità limited edition (59%), a conferma del fatto che l’esperienza di acquisto deve andare sempre più verso il concetto di unicità.

Insomma, per citare Daniel Zhang, CEO di Alibaba Group, il negozio è sempre più “una vetrina delle nuove opportunità”.

Forse può interessarti anche Correre l’ultimo miglio nel retail: 4 consigli

Anna Puglisi

Author Anna Puglisi

Copywriter & Content Marketer Free-Way

More posts by Anna Puglisi